Quelli che

novembre 15, 2009
Se mi lasci, ti picchio.
Se non mi lasci, ti picchio lo stesso.
Se non ci stai, ti stupro.
Se stai zitta, ti scopo e ti picchio.
Se non stai zitta, ti ammazzo.
Ti ammazzo comunque.
Se resti incinta, non ti assumo.
Adesso che ti assumo, non restarmi incinta eh? 
Firma questa carta, che se resti incinta ti licenzi volontariamente.
Non ti faccio far carriera, anche se sei brava.
Sei brava ma ti pago meno dei tuoi colleghi.
Sei brava, lavori per otto, quindi perché cambiarti qualifica?
Abbiamo la stessa qualifica, ma io sono più motivato.
Sei in gamba ma se ti fai una famiglia cambia tutto, quindi la qualifica spetta a me.
Non mi piacciono le donne in carriera.
Sono cattolico osservante ma una notte di sesso con te me la faccio.
Sono cattolico osservante ma quello della prostituta è il lavoro più vecchio del mondo.
Alla fine, io sono un signore e  tu sei solo una puttana.
Se mi bacia un gay lo prendo a sprangate, ma con i trans è una esperienza diversa.
Prima del giuramento di Ippocrate viene la fede, quindi niente pillola del giorno dopo.
Sono pure contrario all’aborto. E’ un omicidio.
Ha fatto sesso senza preservativo? Lei è una facile.
Hai un figlio e sei single? Allora sei facile.
Facciamolo senza preservativo che sono allergico al lattice.
Diventerò padre? Ma la mia carriera ne risentirà.
Il figlio è tuo e te lo gestisci tu.
Il figlio è mio e lo educo io.
Ha denunciato di esser stata violentata? Ma se l’ha fatto entrare in casa allora lei ci stava.
Io so come farle godere le donne, tutte. 
Sei grassa, dovresti dimagrire.
Sono grasso? No, sono di corporatura robusta, io.
Ti è piaciuto? La cosa è reciproca.
Hai ancora voglia? Vedi che sei una puttana?
Non hai voglia? Ma allora sei frigida.
Non ti è piaciuto? Ma se hai fatto tutto quello che volevo io…
Hai mal di testa? Sei solo depressa.
Hai mal di testa? E io ti picchio.

Rivisitazione di Fallocrazia edizione 2009 – pubblicato su http://hotelushuaia.blogspot.com

Postato per la giornata contro la violenza contro le donne, con la speranza che ce ne ricordiamo tutti i giorni e non solo un giorno l’anno, per lavarci la coscienza.

Per questo ho usato un post vecchio, per ricordare che c’è chi alla violenza dice NO tutti i giorni.

E un abbraccio va anche a tutti quegli uomini che queste parole non le dicono mai.  

Annunci

17 Risposte to “Quelli che”

  1. elena Says:

    e ci voleva! una bella lista di odiosità! brava brava brava!

  2. claire Says:

    è fantastico!

  3. Vincio Says:

    Tanti post oggi sull’argomento tutti meritevoli.

    Questo è quello che ti entra più dentro.

    un abbraccio

    V.

  4. chiagia Says:

    bravissima

  5. momix74 Says:

    Sono senza parole, ma credo abbia già detto tutto tu .. splendido.. tristemente splendido. un bacio.


  6. Social comments and analytics for this post…

    This post was mentioned on Twitter by markgreene74: Fwd: Quelli che – http://bit.ly/2FId32 (via http://ff.im/bvqs8) http://ff.im/bvqBS


  7. sono senza parole.
    complimenti Mitia.
    è un post bellissimo.
    bellissimo …


  8. vi ringrazio tutti, uno ad uno.

  9. NikkoHell Says:

    Ti leggo su iphone fermo in uno starbucks all’aeroporto mentre aspetto il volo da kuching a sibu. Passa un pezzo che mi ricorda Edi Brickell. E spero che una parte di quello che ho letto rimanga qui su questa poltrona per entrare magari sotto la pelle di qualche altro cliente. Non si sa mai.

  10. Peppermind Says:

    Pensa che non sapevo fosse la giornata delle donne.
    Salvifico, per me, questo post.

  11. strega61 Says:

    … e pensare che chi dice quelle cose è stato partorito da una donna
    orrendo

  12. lavix Says:

    potrebbe essere un rap. bellissimo, grazie

  13. Federì Says:

    @fata: leggo solamente ora… sei brava. lacrima e orgoglio. Grazie di condividere.


  14. Grazie per aver aderito alla campagna che Donna Moderna ha organizzato insieme a Fondazione Pangea Onlus in occasione di una giornata così importante come il 25 novembre. Pangea si occupa da anni di riscatto economico e sociale e si batte in Italia e nei Paesi del sud del mondo, affinché i diritti e la dignità della donne siano rispettati. on i suoi progetti Pangea lavora per dare a tutte le donne opportunità concrete di riscatto economico e sociale, attraverso l’istruzione, l’educazione sanitaria e ai diritti umani e il microcredito. Questa campagna di sensibilizzazione va a sostegno di pangeaprogettoitalia, il progetto a favore delle donne che in Italia hanno subito violenza. E’ un progetto concreto che le lettrici del tuo blog potranno scoprire a questo link: http://www.pangeaonlus.org/main.php?liv1=progetti&liv2=in_corso&liv3=italia
    Abbiamo anche attivato uno sportello antiviolenza online http://www.sportelloantiviolenza.org

    Spero che il tuo blog voglia continuare a seguire il nostro lavoro a favore delle donne.
    Un cordiale saluto
    Fondazione Pangea Onlus

  15. lilli Says:

    Grazie, grazie davvero

    Lilli


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: